Per la prima volta nel mondo in questa competizione si realizza il TRIPLETE.
Ci sono giorni della vita che ti segnano in maniera indelebile. Per Enza Petrilli e per Noi dell’Aida, il 27 febbraio 2022 non è un giorno qualsiasi è il giorno della storia, il giorno della gloria che nessuno ti regala ma che conquisti dopo mesi e mesi di grandi sacrifici, duri allenamenti, lunga preparazione e tanta concentrazione. Succede che vai a Dubai per disputare i mondiali paraarchery outdoor e che freccia dopo freccia conquisti la finale nel mix team, dopo quella a squadra e poi la finale individuale. Non sappiamo cosa sia passato nella testa di Enza sabato sera quando pensava al giorno delle finali e forse non lo sapremo mai, ma la consapevolezza di avercela fatta sicuramente c’era.

Ti trovi li a rappresentare l’Italia, la responsabilità nel sapere che i Tecnici della nazionale, la federazione tutta e i compagni della tua nazionale erano con gli occhi puntati su di te, come tutta l’Italia a tifare come sempre per i nostri colori, ed il mondo intero ad osservare il Fenomeno Vivente, che solo pochi mesi fa alla sua prima partecipazione alle paralimpiadi si portava a casa una medaglia d’argento. Si sa che i calabresi sono testardi e magari Enza avrà pensato se ci sono riuscita a Tokyo perché non a Duibai? La Bionda Atleta calabrese, Cresciuta nelle Fila dell’ASD AIDA, e approdata alle fiamme Oro della polizia di Stato lo scorso mese di gennaio, ha deciso di fare piazza pulita, conquistando e portando a casa tutto quello che si poteva portare, 3 medaglie, tutte dello stesso colore per non avere l’imbarazzo di abbinarle sull’abbigliamento tecnico della nazionale.

Magari spinta pure dal nome del gruppo sportivo a cui appartiene “ Fiamme Oro” ha deciso di adeguarsi in toto, non calcolando che con tutto l’oro vinto doveva passare dalla frontiera e rendere conto ai doganieri di tutto quel ben di Dio. La storia nel mondo si scrive così, con le cose belle positive, non come è successo in passato e si sta ripetendo anche oggi. ENZA PETRILLI, l’italia tutta è orgogliosa di te, anche i nostri fratelli sparsi per il mondo, non ci stanno facendo mancare il loro affetto e la loro gioia. Grazie a nome di tuttta l’AIDA onlus ed asd AIDA, che hanno creduto e credono costantemente in te, per tutte le emozioni che ci regali e grazie di esistere!!!