Ieri sera ospite della splendida location della Costa Viola di Palmi, mi è stato conferito il " Premio Caposperone", ideato per i calabresi che si sono distinti in varie attività e che portano alto il nome della propria regione. Il premio a me assegnato riguarda lo Sport paralimpico e la disabilità. È stato un onore ed un piacere, soprattutto riceverlo dalle mani del Dott Francesco Monea, a cui mi lega una stima ed una amicizia di lunga data. Grazie di cuore a chi ha pensato a me per questo riconoscimento che ho condiviso con tutti i miei amici dell'Aida Onlus con dedica speciale a Mio PAPÀ<hr id=

 

Ieri pomeriggio la nostra giovanissima Alessia Petrilli, ha fatto visita agli amici del Associazione IL CUORE CHE Sorride per trascorrere, come spesso avviene, un pò di tempo assieme a dei ragazzi speciali. Questa volta oltre al suo solito sorriso ha regalato le uova di pasqua ed i cappellini della Lory Volley Pizzo, la società nata nel ricordo del piccolo Lorenzo Bretti. Siamo riusciti anche questa volta a regalare momenti di spensieratezza ed a contribuire alla ricerca scientifica per la cura dei tumori cerebrali in età pediatrica.

L'Arciera paraolimpica, che ha conquistato 3 titoli mondiali a Dubai, è cittadina onoraria di Cinquefrondi

Per la prima volta nel mondo in questa competizione si realizza il TRIPLETE.
Ci sono giorni della vita che ti segnano in maniera indelebile. Per Enza Petrilli e per Noi dell’Aida, il 27 febbraio 2022 non è un giorno qualsiasi è il giorno della storia, il giorno della gloria che nessuno ti regala ma che conquisti dopo mesi e mesi di grandi sacrifici, duri allenamenti, lunga preparazione e tanta concentrazione. Succede che vai a Dubai per disputare i mondiali paraarchery outdoor e che freccia dopo freccia conquisti la finale nel mix team, dopo quella a squadra e poi la finale individuale. Non sappiamo cosa sia passato nella testa di Enza sabato sera quando pensava al giorno delle finali e forse non lo sapremo mai, ma la consapevolezza di avercela fatta sicuramente c’era.